Quando sono triste

 

Mizzikan sembra tranquillo...

Quando sono triste penso a Mizzikan che si trasforma, riempie l’aria di profumi e ronfi baritonali, alle sue zampe che si gonfiano, come il resto del suo corpo… Le sue zampe sono le prime a cogliermi impreparato, fingono di spingermi mentre si depongono morbide e carezzevoli sul mio viso, sulla mia spalla. Esse sono la lieta scoperta di un gioco instancabile e infinito, figurazione metamorfica del Mondo. E rido.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...