Navicelle spaziali. Questo è un resoconto/II

“Sei sempre negativo ed esageri, Sebaste: tutto quello che dici bisogna dividerlo per quattro, e ne viene fuori ancora un bello scampolo di pessimismo cronico.”

“Forse hai ragione…”

“Forse ho ragione?…  Ma non vedi che i ristoranti sono sempre pieni?… La gente sta bene! al supermercato faticano a spingere i carrelli talmente sono carichi… vanno in palestra firmati e addobbati per smaltire tutto quello che si pappano… cambiano le macchine un giorno per l’altro e tu te ne stai qui, rinchiuso come una talpa, a far le pulci a questo e a quel politico e a parlare di moralità! ma svegliati una buona volta! Sembra che i soldi ti facciano schifo: anche se ti cadessero addosso ti scanseresti appena in tempo per uscirne pulito…”

“Eppure mi sembra che le cose non vadano nel modo migliore…”

“Per te? meglio di così! Non c’è niente che ti smuova da una bella tavola apparecchiata!”

Sara era un’incendiaria. Quando dava fuoco alle polveri ti portava in alto, anche se non volevi. E il peso di un’astronave sulla Terra, di un’astronave come la nostra, è di centinaia di tonnellate.

Il propellente getta fuori dell’atmosfera la massa. Gli astronauti si sentono scricchiolare le meningi, nonostante i lunghi anni d’allenamento. Poi all’improvviso si sollevano. Sono leggeri. Sono più leggeri di loro stessi.

Sospeso accanto a Sara senza gravità mi chiedevo perché m’avesse preso con lei nel viaggio, mentre avanzavamo fluttuando sulle correnti spaziali alimentati solo dal calore delle stelle. La nostra vita insieme era come quelle navicelle che, agganciati i componenti, partono alla velocità della luce e s’infilano nel cerchio di una tempesta di meteoriti: rallentano la loro corsa, s’avvitano e svicolano, ma bene o male devono uscire unite da quell’intreccio di massi perché, se si salveranno, le anime metalliche si sentiranno meno sole nell’Universo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...